Curiosità — 1 minuto di lettura

Persone Fuori dal Comune di Michele Bertola.  Rubbettino

Curiosità — 1 minuto di lettura

E’ stato un agosto ricco di letture importanti. “La famiglia Manzoni” di Natalia Ginzburg. “Una breve storia della uguaglianza” di Thomas Piketty. La scelta però cade su “Persone  furi dal Comune” che certo non ha la diffusione dei primi due ma…

La famiglia Manzoni ( Einaudi) è un libro avvincente. Attraverso le lettere che dalla famiglia del grande scrittore partivano e da quelle che arrivavano e non arrivavano, la Ginzburg costruisce un vero romanzo famigliare. Il povero Manzoni non ne esce benissimo perfettamente dentro l’ipocrisia borghese del suo tempo ma è destino di molti grandi artisti di non corrispondere alla loro vita privata. Una breve storia dell’uguaglianza ( la nave di Teseo) di Thomas Piketty  è un libro fondamentale, arricchente, strappa il velo di tante convinzioni errate sul nostro benessere, sulle sue origini su chi paga i nostri conti e sul perché della povertà ri-crescente. Ma ho scelto di segnalarvi Persone fuori dal Comune ( Rubbettino) perché la battaglia per una pubblica amministrazione che funzioni, per la valorizzazione del lavoro delle tante persone per bene che vi dedicano passione e competenza non deve mai finire sotto silenzio. Perché troppo rumore fanno i denigratori, i politici faciloni che costruiscono promesse pubbliche senza dare ai loro progetti le gambe per camminare. Poi perché è una mia vecchia passione che mi ha dato l’opportunità di incrociare anche la passione di altri come l’autore del libro. Michele Bertola è un protagonista della pubblica amministrazione che potrebbe essere e troppo spesso non è. Non a caso è uno che si è speso a livello locale, perché mai come per la PA vale il vecchio detto: il pesce puzza dalla testa. Grazie Michele per questo libro che trasuda competenza, fiducia, speranza e anche un pò di malinconia.